In questo momento di grave crisi, da cui fatichiamo a tirarci fuori anche per colpa di politiche di austerità che rischiano di ammazzare il paziente invece di salvarlo, c’è parso opportuno prendere posizione con le nostre proposte, che vorrebbero rendere possibile un mondo diverso, in cui le priorità non siano la competitività, i vincoli di bilancio, il primato della finanza.

Il documento che trovate in allegato – intitolato appunto “Un’altra Agenda” – esprime l’esigenza di un cambio radicale di rotta della politica e delle politiche e, in particolar modo, degli orientamenti dominanti in materia di diritti sociali e civili e di welfare.

Ci auguriamo di trovare tanti compagni di strada con cui discuterlo e tentare di realizzarlo.

Un saluto cordiale

Un’altra Agenda